Regrowth nasce dall'esperienza vissuta da entrambi i soci fondatori durante i primi passi della loro carriera professionale tra le aziende agricole del territorio Teramano. Abbiamo identificato una mancanza di strumenti adeguati per le aziende per la gestione degli allevamenti estensivi, per la comunicazione e per il contatto con i clienti finali. Le strutture e i prodotti disponibili sul mercato non erano sufficienti per affrontarne le necessità e i centri di ricerca e sviluppo non mostravano un interesse reale al settore. Di fronte a questo panorama in piena crisi, abbiamo deciso di cogliere la sfida in pieno. Entro poche settimane abbiamo steso i primi piani di lavoro e fondato Regrowth s.r.l.s., una startup innovativa dedicata allo sviluppo di strumenti PLF (Precision Livestock Farming, ossia, zootecnia di precisione) per le aziende agricole a produzione estensiva. 


Abbiamo avuto i primi successi iniziali vincendo gare startup locali, cosa che ci ha permesso fin da subito di concentrarci sullo sviluppo dei nostri prodotti. Applicando protocolli di sviluppo Lean e rigorosità scientifica supportata da comunicazioni “Peer reviewed” siamo riusciti a progettare, realizzare e sperimentare una serie di prodotti che attualmente costituiscono il sistema L.E.A.F (Live environmental & Animal feedback) per il quale abbiamo presentato il nostro primo brevetto nel 2020. Nel corso della nostra giovane storia abbiamo avuto il piacere di partecipare (e vincere) una serie di progetti e gare in diversi ambiti locali, regionali, nazionali e Europei. Questo ci ha permesso di maturare un'idea chiara e raffinata del nostro prodotto e di come posizionarlo sul mercato. Grazie a queste partecipazioni possiamo anche vantare collaborazioni con diversi enti come il network europeo EIT Food, incubatori importanti come PoliHub e Eni Joule ed enti di sviluppo territoriale come la "Fondazione Edoardo Garrone". Regrowth nasce dall'esperienza vissuta da entrambi i soci fondatori durante i primi passi della loro carriera professionale tra le aziende agricole del territorio Teramano. Abbiamo identificato una mancanza di strumenti adeguati per le aziende per la gestione degli allevamenti estensivi, per la comunicazione e per il contatto con i clienti finali. Le strutture e i prodotti disponibili sul mercato non erano sufficienti per affrontarne le necessità e i centri di ricerca e sviluppo non mostravano un interesse reale al settore. Di fronte a questo panorama in piena crisi, abbiamo deciso di cogliere la sfida in pieno. Entro poche settimane abbiamo steso i primi piani di lavoro e fondato Regrowth s.r.l.s., una startup innovativa dedicata allo sviluppo di strumenti PLF (Precision Livestock Farming, ossia, zootecnia di precisione) per le aziende agricole a produzione estensiva. Abbiamo avuto i primi successi iniziali vincendo gare startup locali, cosa che ci ha permesso fin da subito di concentrarci sullo sviluppo dei nostri prodotti. Applicando protocolli di sviluppo Lean e rigorosità scientifica supportata da comunicazioni “Peer reviewed” siamo riusciti a progettare, realizzare e sperimentare una serie di prodotti che attualmente costituiscono il sistema L.E.A.F (Live environment & Animal feedback) per il quale abbiamo presentato il nostro primo brevetto nel 2020. Nel corso della nostra giovane storia abbiamo avuto il piacere di partecipare (e vincere) una serie di progetti e gare in diversi ambiti locali, regionali, nazionali e Europei. Questo ci ha permesso di maturare un'idea chiara e raffinata del nostro prodotto e di come posizionarlo sul mercato. Grazie a queste partecipazioni possiamo anche vantare collaborazioni con diversi enti come il network europeo EIT Food, incubatori importanti come PoliHub e Eni Joule ed enti di sviluppo territoriale come la "Fondazione Edoardo Garrone".

Attualmente siamo impegnati nell'ultima fase di ricerca e sviluppo per poter portare i nostri prodotti sul mercato durante nel 2022 e nella costruzione della nostra azienda vetrina “La perla verde”, una azienda agricola indipendente e funzionale a tutti gli effetti che mostrerà la nostra visione di agricoltura rigenerativa di alta qualità. Crediamo fortemente che il futuro delle campagne e delle zone montane passi per la sostenibilità ecologica e sociale, abbinata all'innovazione e all'implementazione di strumenti di gestione e comunicazione moderni.